Junker: l'applicazione che ti aiuta con la raccolta differenziata



I tempi del “non so in che secchio vada gettata, quindi la butto in uno a caso” non esistono più, in vostro soccorso arriva un’applicazione che aiuta a non fare errori nella raccolta differenziata. Si chiama Junker, è gratuita, e sarà l’arbitro ideale per le discussioni domestiche davanti ai diversi contenitori dell’immondizia.


Lanciata nel 2015 da tre giovani informatici dell’Università di Bologna, Junker è un’applicazione tutta italiana che indica come selezionare i rifiuti correttamente. E non solo. Racchiude anche calendari del servizio porta a porta, la mappatura completa delle isole ecologiche cittadine, una bacheca del riuso e tanto altro.


MA COME UTILIZZARLA?

Una volta scaricata l’applicazione, basterà inquadrare con la fotocamera dello smartphone il codice a barre impresso sulla confezione del prodotto che si vuole gettare. Junker riconosce i prodotti attraverso il codice a barre — per ora conta oltre un milione di prodotti censiti — e li “scompone” nelle materie prime che lo costituiscono, indicando in quali bidoni vanno gettate. Per esempio: per la bottiglia di latte indicherà dove devono finire il tappo, la linguetta e l’etichetta. Per completezza d’informazione, non riconosce solo i codici a barre, ma anche altri simboli che si trovano sulle confezioni, vedi quelli del tetrapak.

Per tutti quegli oggetti o materiali di cui non è disponibile il codice a barre, basterà consultare la guida del sito per fugare dubbi amletici. Come lo smaltimento di uno scontrino fiscale, la carta forno ecc…


UNA GREEN MISSION TUTTA MADE IN ITALY

Secondo una recente stima di Occhio del Riciclone Network ed Utilitalia, tra il 2% ed il 5% dei rifiuti urbani prodotti nel nostro Paese potrebbe essere destinato al riuso. Una quantità enorme!

Con l’obiettivo dunque di contribuire a sottrarre al ciclo dei rifiuti libri, giocattoli, mobili o altri oggetti ancora in buono stato, Junker ha lanciato una “Bacheca del riuso” a disposizione dei comuni che vogliono semplificare la vita dei propri cittadini. Una vetrina virtuale e gratuita in cui caricare le foto degli oggetti di cui si intende disfarsi per trovare eventuali interessati.

In conclusione, una delle funzioni importanti di Junker è rendere attivi i cittadini, i quali, non solo possono conoscere il corretto smaltimento dei propri rifiuti, aggiornare l’applicazione e diffondere sempre più il suo utilizzo, ma possono anche segnalare rifiuti abbandonati e discariche abusive; la foto geo-localizzata arriva al gestore della raccolta, che così può provvedere alla bonifica.


E a noi questo piace tantissimo! E tu cosa ne pensi, quanto ti impegni a fare la raccolta differenziata? 💚


Team Florena Fermented Skincare
Settembre 2020