Pelle in volo (aereo): cosa succede tra decollo e atterraggio?





Durante un viaggio in aereo, la pelle vive una situazione anomala e sicuramente poco confortevole: man mano che sale l’altitudine, crolla il tasso di umidità che passa dal 40-70% al 10% durante il volo. Per non parlare dell’escursione termica, un’altra condizione che affatica l’epidermide, che se si cambia latitudine o emisfero, può essere anche di oltre 30°. Cosa accade, quindi, tra decollo e atterraggio? La pelle perde idratazione, inizia a “tirare”, mentre rallentano il microcircolo e la rigenerazione cellulare.


Che fare dunque per contrastare questo fenomeno? Sicuramente bere parecchia acqua e poi dedicare alla pelle qualche attenzione in più, per la precisione tre (più uno):

Evita il make up, in modo da lasciare la pelle il più possibile “libera”.

Scegli una crema a base di acido ialuronico, che ha la capacità di trattenere fino a mille volte il suo peso in acqua, in modo da non disperdere idratazione. La Crema Anti-Rughe Florena Fermented Skincare contiene acido ialuronico di origine vegetale fermentato.

Ricordati che i dettagli sono importanti: labbra e contorno occhi sono zone, dove la pelle è particolarmente sottile e necessita di un trattamento specifico. Rinnovare l’applicazione di un prodotto ad hoc per queste aree, come il Contorno Occhi Anti Fatica e il Balsamo Labbra Idratante, è il modo perfetto per mantenere la pelle morbida e nutrita.

Non dimenticate di allacciare le cinture!



Team Florena Fermented Skincare
Giugno 2022