Cartamo, l’olio sconosciuto






Ci sono degli ingredienti che sono diventati famosi per il loro impiego nei prodotti di skincare, come l’olio d’argan o l’acido ialuronico. E poi ce ne sono altri, con una storia millenaria alle spalle e proprietà note e certificate, che sono rimasti un po’ dietro le quinte e che vale la pena riscoprire.


È IL CASO DELL’OLIO DI CARTAMO!


Il cartamo è una pianta davvero resiliente, che – grazie alle sue radici profonde ­– riesce a crescere in condizioni climatiche secche e francamente ostili e non si fa spaventare dalle temperature alte e dalla mancanza d’acqua, regalandoci dei fiori tondeggianti formati da tanti petali sottili di colore giallo brillante. Reperti antichissimi che attestavano la presenza di questa pianta sono stati ritrovati in Cina, in Grecia e in generale in tutto il bacino del Mediterraneo.


Il cartamo, chiamato anche “zafferanone” (ha un sapore simile allo zafferano, ma meno intenso), contiene anche una sostanza colorante utilizzata per tingere i tessuti e infatti il suo nome scientifico è Carthamus “tinctorius” L., proprio in riferimento alle sue proprietà “cromatiche”. L’olio che si estrae dai suoi semi è ricco di grassi polinsaturi, acido linoleico e omega 6 ed era impiegato già nell’antico Egitto come unguento per le sue proprietà emollienti e nutrienti.


Questo ingrediente affascinante è uno dei protagonisti ­– in versione fermentata, e quindi potenziata – della formula 100% naturale dell’Olio Elisir Illuminante Florena Fermented Skincare, un prodotto super versatile arricchito di oli fermentati (Omega 6 e Omega 9) che sono nutrienti essenziali per la nostra pelle. Può essere applicato da solo, o aggiunto in piccola quantità alla crema o alla maschera viso, per un trattamento personalizzato.


Pronta a fare risplendere la pelle, rendendola istantaneamente più radiosa e levigata?



Team Florena Fermented Skincare
Ottobre 2021