Un Giardino Che Sboccia Di Notte



Delle serate estive quello che amiamo di più è l’atmosfera, quell’essenza inafferrabile che rende un momento indimenticabile, quel mix di persone, luogo, stato d’animo, sapori, profumi. Se l’atmosfera è qualcosa che non si può programmare a tavolino, creare un contesto piacevole e ben disponente è possibile. Terrazzi e giardini sono i luoghi ideali per passare delle fantastiche serate estive, con gli amici, ma anche in solitaria, con un bel libro come compagno.

E questi luoghi possono diventare davvero magici se decidiamo di impreziosirli con piante che regalano dei fiori assolutamente unici e, perché no, trasgressivi: che, al contrario della maggior parte dei loro “colleghi”, hanno la particolarità di sbocciare di notte e richiudersi quando sentono arrivare le prime luci dell’alba.


Vediamo quali sono:


BRUGMANSIA: spettacolare e imponente con le sue enormi corolle a forma di tromba nei toni che vanno dal bianco al giallo, dall’arancio al viola, fiorisce a fine estate, tra agosto e ottobre. Ha un profumo intenso e una controindicazione: è una pianta velenosa.

GELSOMINO NOTTURNO: un fiore iconico dal profumo ipnotico, protagonista di poesie e leggende. La sua corolla bianca o avorio si schiude di notte, emanando una fragranza dolce e penetrante in grado di restare a lungo nella memoria olfattiva.

FIORE DELL'ANGELO: chiamato anche Filadelfo, ha dei fiorellini bianchi raggruppati in piccoli grappoli che ricordano, per quanto riguarda il profumo, i fiori d’arancio. I petali, solitamente bianchi, possono essere screziati di color porpora.

IPOMEA: spesso i suoi fiori sono chiamati “campanelle”, per la caratteristica forma che si allarga. I petali possono essere di vari colori e la sua caratteristica principale è che si tratta di una pianta rampicante, cosa che la rende particolarmente adatta a ricoprire il ruolo di “pianta d’arredamento”.

TUBEROSA: con il suo profumo intenso e dolce, definito anche “proibito”, che si sprigiona con maggiore intensità dopo il tramonto, è protagonista dei bouquet di moltissime fragranze. È senz’altro la padrona della notte, la regina dei giardini lunari. Di origine latinoamericana, era chiamata dagli Aztechi “fiore d’osso” per il colore perfettamente candido dei suoi petali.


Team Florena Fermented Skincare
Agosto 2021