Piante Aromatiche, Gli Utilizzi Creativi (E Facili) In Cucina



Se sei convinta di non avere il pollice verde, se credi di poter incenerire con uno sguardo anche il più resistente dei cactus, prova con le piante aromatiche.

Le piante aromatiche sono perfette per avvicinarti in modo soft al mondo della coltivazione domestica. Per tanti motivi: sono poco costose, richiedono relativamente poche attenzioni e hanno una funzione pratica, non soltanto estetica. E se non è necessario avere il pollice verde per coltivarle, allo stesso modo non serve essere una regina dei fornelli per apprezzarle e utilizzarle in cucina in modo creativo.

Ecco cinque impieghi furbi e sfiziosi da utilizzare con le vostre piante aromatiche coltivate sul balcone di casa:


IL BASILICO... NEL GELATO AL LIMONE 

Il banalissimo gelato al limone, il più classico dei dopo-pasto, diventa un dessert da alta pasticceria se aggiungi un goccio di vodka – o un dito di spumante brut – e qualche fogliolina di basilico tagliata a striscioline sottili. Il profumo del basilico si sposa alla perfezione con le note agrumate del limone. E l’effetto scenografico è garantito.


LA MENTA... NELLA MACEDONIA

La menta è una di quelle piante che si diffonde e si propaga con estrema facilità. Un rametto di menta ravviva visivamente anche la macedonia più basic (quella mela+pera+banana, per intenderci) e regalerà un profumo speciale alla frutta. Potete aromatizzare anche l’acqua con foglie di menta e fette di limone.


IL ROSMARINO... NEL GIN TONIC 

In Finlandia la chiamano Kalsarikannit, ed è l’abitudine di passare le serate in casa con un buon bicchiere in mano.

E, diciamoci la verità, ogni tanto è bello pensare di non dover uscire e rilassarci in santa pace fra le mura domestiche. Meglio, se con un cocktail delizioso nel bicchiere, come il classico gin tonic nel quale annegare un rametto di rosmarino. Il suo aroma di bosco conferisce una struttura più complessa al drink, che sembrerà una sofisticata creazione da bartender.


L’ERBA DI SAN PIETRO... NELLA FRITTATA 

Frigo vuoto? Scatta l’operazione frittata. Ma se il frigo è veramente vuoto, oltre alle uova ci sarà ben poco. Nessun problema, basta staccare qualche foglia dalla tua pianta di erba di San Pietro, sminuzzarla e il gioco è fatto. L’erba di San Pietro è una pianta facile da coltivare, ma poco conosciuta. Le sue foglie regalano alle pietanze un sentore molto fresco, simile a quello della menta, ma leggermente agrumato. L’abbinamento con la frittata è un successo garantito.


LA SALVIA... DIVENTA CHIPS 

Se hai una piantina di salvia sul balcone, forse non lo sai, ma hai anche una buonissima idea per l’aperitivo. Lava e asciuga le foglie di salvia, meglio se grandicelle, e passale in una pastella di farina e acqua frizzante. Tuffale nell’olio bollente e friggile per qualche minuto, il tempo di farle diventare dorate. Sono sfiziose e saporite, perfette per dare un tocco di sapore (e di colore) agli stuzzichini dell’aperitivo. Anche la salvia è facile da “tenere in vita”, è resistente e super profumata!

Team Florena Fermented Skincare
Marzo, 2020