Il Giardino D’Inverno Sul Tuo Balcone






Facile fiorire in primavera, quando tutto attorno grida la propria gioia di tornare alla vita. Ben altro talento ci vuole per sbocciare in pieno inverno. I fiori che si aprono quando l’aria è gelida, le ore di luce sono poche e il sole appare come un pallido bollino lontano hanno un che di eroico, suscitano empatia perché sono dei piccoli guerrieri e soprattutto abbiamo terribilmente bisogno dei loro colori in un momento in cui le tonalità espresse dall’ambiente circostante sono tutt’altro che vivaci.

 

Ecco cinque “eroi botanici” da far fiorire in inverno sul nostro terrazzo, magari tutti insieme:


  • ERICA INVERNALE. Da lontano sembra una nuvola sfumata di rosa, mentre se ci si avvicina si notano i piccolissimi fiorellini di questo arbusto sempreverde. Largo e “bassotto”, è l’ideale se avete un balcone o un terrazzino spazioso da riempire.


  • VIOLA INVERNALE, detta anche Viola del pensiero. Fiorisce dall’inizio dell’autunno alla fine dell’inverno, quindi è a tutti gli effetti una pianta che sopporta le temperature basse. Tuttavia, quando fa veramente freddo, è opportuno avvolgerla in un agrotessuto per proteggere la pianta dal gelo.


  • CAMELIA. Un fiore di una classe infinita, non a caso scelto da Coco Chanel come simbolo della maison, oltre che suo personale. La variante più resistente ai rigori invernali è quella proveniente dalla Cina, che regala fiori semplici, con un solo “giro” di petali sottili di colore che va dal bianco al rosso, passando per il rosa.


  • CALICANTO. Il calicanto sprigiona un gradevolissimo profumo. Questa pianta, che non teme le temperature più basse nemmeno durante il periodo della fioritura, va invece tenuta al riparo dal vento e il più possibile alla luce. I suoi fiori arrivano a gennaio, proprio come un miracolo, e hanno la particolarità di sbocciare su rami nudi, completamente privi di foglie.


  • CACTUS DI NATALE. Foglie carnose, fiorelloni chiassosi e divertenti. Tra le piante che fioriscono in inverno, questa è l’unica che, nei giorni più freddi, dovrebbe essere portata in un ambiente chiuso, meglio se in prossimità di una finestra, dal momento che patisce le temperature sotto i 10 gradi. L’ideale è posizionarla su una mensola o comunque non a terra, in modo che le sue lunghe ramificazioni possano penzolare allegramente verso il basso.


  • CAVOLO ORNAMENTALE. Sotto il profilo botanico, non è un fiore, ma un membro della famiglia delle crucifere, quella dei cavoli e delle verze, appunto. Ma il cavolo ornamentale, particolarmente diffuso nei paesi nordici, non si mangia e si presenta con una parte esterna fatta di foglie verdi e un “cuore” colorato nelle varianti bianco, fucsia e violaceo caratterizzato da una terminazione arricciata delle foglie. Al contrario del cactus di Natale, qui siamo al cospetto di un vero guerriero delle nevi che non sopporta le temperature sopra i 10 gradi.




Team Florena Fermented Skincare
Gennaio 2021