E Tu, Sai Quand’è La Giornata Della Terra?


“Tutti, a prescindere dall’etnia, dal sesso, da quanto guadagnino o in che parte del mondo vivano, hanno il diritto etico a un ambiente bello, equilibrato e sostenibile”. È questo il principio base della Giornata della Terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile.


LA SUA NASCITA E IL SUO OBIETTIVO

Giunta all’edizione numero 51, l’Earth Day coinvolge 193 Paesi e un miliardo di persone in tutto il mondo con lo scopo di celebrare l’ambiente e la salvaguardia del pianeta. La prima edizione della Giornata della Terra, che cade un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, è datata 1970, ma idealmente la sua origine risale al 1962, con la pubblicazione del libro Primavera silenziosa della biologa Rachel Carson, vero e proprio manifesto ambientalista della prima ora.

Qualche anno dopo, siamo nel 1969, in occasione di una conferenza dell’Unesco a San Francisco, arriva la proposta da parte dell’attivista per la pace John McConnell, di una giornata per onorare la Terra e il concetto di pace.

Per i gruppi ecologisti, la Giornata della Terra rappresenta l’occasione per valutare le principali minacce ambientali (l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le specie – animali e vegetali ­– a rischio di estinzione, l’esaurimento delle risorse non rinnovabili) e ragionare sulle soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle varie attività, dal riciclo dei materiali alla conservazione delle risorse naturali, dalla guerra alla protezione delle specie minacciate.



GREEN & SOCIAL

Nata in ambito universitario, questa iniziativa mantiene un focus preciso sul mondo dell’educazione e della formazione, quindi su bambini e ragazzi. Non a caso l’edizione 2021, in Italia, è declinata nel Festival dell’Educazione e della Sostenibilità che quest’anno si svolgerà “da remoto”, come praticamente tutti gli eventi, attraverso la maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet. Al centro, scienza, economia, ambiente, clima, governance, cultura, sport, arte, tradizioni, collegamenti e interconnessioni con le case e con diversi Paesi nel mondo, tra fenomeni sanitari e climatici, fattori sociali, economici e ambientali, tra i popoli. Altra iniziativa è il Contest #IOCITENGO che cerca progetti, lavori artistici e reportage che testimoniano una meritevole consapevolezza e partecipazione attiva dei bambini e dei giovani alla soluzione delle sfide globali. L’obiettivo è certamente quello di denunciare le tante questioni ambientali ancora irrisolte, ma anche di raccontare le tante iniziative che cittadini, scuole, associazioni, imprese e tutte le componenti della società mettono in campo per rimettere l’Italia e il mondo su un sentiero di sviluppo sostenibile.


L’IMPEGNO DI FLORENA FERMENTED SKINCARE!

Anche noi di Florena Fermented Skincare siamo dalla parte della Natura, il nostro impegno è quello di offrirti trattamenti viso naturali ed efficaci, per soddisfare il desiderio di chi, come te, è alla ricerca di cosmetici certificati e sostenibili che sappiano combinare ingredienti di origine naturale a massima performance ed efficacia.

Un prodotto può essere amico dell’ambiente in molti modi diversi: nella scelta delle materie prime, nello sviluppo delle formule e nella creazione dei prodotti finiti. Noi di Florena Fermented Skincare, oltre ad aver scelto ingredienti di origine naturale, seguiamo i principi della green chemistry per rispettare l’ambiente. Utilizziamo plastica 100% riciclata per i nostri vasetti, e carta riciclata minimo al 75% per le confezioni esterne.

Anche il design dei nostri vasetti è innovativo! Riduciamo sia l’uso della plastica sia le emissioni di CO2, garantendo la quantità standard di prodotto del mercato – 50ml –in un vasetto più piccolo e più leggero, 6 volte meno di un vasetto tradizionale!


Sei pronta a unirti al nostro impegno green?


Team Florena Fermented Skincare
Aprile 2021