Cos’è il “me time” e perché ne abbiamo bisogno?



Il concetto di “tempo per sé” o me time è direttamente collegato a quello di self-love. Non c’è nulla che abbia più valore di sapersi dedicare il dono del tempo, che si tratti di qualche minuto o di un’intera giornata. E a prescindere dal fatto che venga condiviso, pianificato, che sia consapevole, corredato di hashtag o meno.

MOMENTI-ME E MOMENTI-MA

La parola giapponese “ma” si riferisce a quei precisi momenti statici che accadono tra i momenti d’azione. Dallo stare in fila, agli spostamenti verso e dal lavoro, fino al cucinare. Porzioni di tempo apparentemente ordinarie, durante le quali ci ritroviamo quasi sospesi, a tu per tu con noi stessi. È proprio in questi momenti che possiamo imparare ad assaporare dei piccoli bocconi di me-time.

Spesso tendiamo a voler fuggire velocemente da questi attimi di transizione ma la vera rivoluzione sta proprio nell’accoglierli. Come? Dedicandoli a piccoli riti che ci permettano di staccare dal flusso continuo delle nostre giornate, entrando in uno stato calmo e pacifico che non ci forzi a prendere alcuna decisione.

Farsi una maschera, guardare serie tv, praticare yoga prima di andare a letto, sorseggiare con calma la propria bevanda preferita: sono tutte attività bellissime per staccare la spina. Ma lo sono davvero solo se non diventano porzioni di tempo programmato all’interno delle nostre giornate frenetiche.

Essere presenti nei momenti-Me e nei momenti-Ma diventa l’antidoto contro la sensazione ricorrente che la vita si consumi troppo velocemente. Entrambi possono regalarci una connessione emotiva profonda con noi stessi e con ciò che facciamo. Rivelandoci che sono le due facce della stessa medaglia: quella delle possibilità di dedicare più tempo a noi stessi!

6 CONSIGLI PER IMPIEGARLO IN MODO UTILE

1.RIVEDERE LE PRIORITÀ

Mettersi al primo posto non significa dimenticarsi degli altri, significa semplicemente rivedere le proprie priorità e iniziare a dare a ogni cosa il giusto peso e il giusto spazio. Le cose importanti devono occupare più spazio e ciò che riguarda la propria persona più da vicino è grado di renderla più felice.

2. GODERE A PIENO DEI PICCOLI MOMENTI

Il me time più assoluto, a volte, necessita di una buona dose di riservatezza e alienazione dal resto: smettere, anche per un attimo, di pensare al passato e al futuro e godersi il presente, assaporando un momento della propria giornata, un abbraccio, un’emozione, il proprio cibo preferito, un paesaggio, un viaggio.

3. ORGANIZZARE E CURARE I PROPRI SPAZI

L’ambiente dove si vive, si lavora o si trascorre la maggior parte del tempo rappresenta la propria persona, per questo motivo deve essere organizzato in maniera da rendere sereni, secondo le proprie esigenze e le proprie sensazioni positive.

4. RIDERE

I benefici della risata sono ormai scientificamente provati, per il corpo e per la mente, per questo l’atto del ridere è il giusto corollario al concetto di me time. Una risata di cuore è in grado di dare un colore diverso all’ambiente circostante e alla propria giornata.

5. DONARSI UNA COCCOLA BEAUTY

È uno dei concetti primari del me time: regalarsi un qualcosa che faccia star bene, che sia un trattamento skincare, una seduta estetica, un appuntamento dal parrucchiere o un massaggio. L’importante è che non diventi una priorità assoluta e che sia volta al proprio piacere e non al piacere altrui.

6. SCRIVERE

Un esercizio utile per un buon ritorno al me time è senza dubbio quello della scrittura, che sia di un diario, di un saggio, di una poesia, di un’agenda quotidiana o semplicemente dei propri pensieri. L’utilità non sta solo nella scrittura in sé, ma anche nella rilettura a posteriori: scrivendo si elaborano i propri pensieri, sentimenti e problemi e rileggendo si prende consapevolezza del proprio percorso emotivo.




Team Florena Fermented Skincare
Dicembre 2021