Alla Scoperta Del Piloga



Negli ultimi mesi le app e i tutorial di fitness sono stati letteralmente invasi dagli utenti che, da casa, cercavano spunti per mantenersi in forma e rilassare corpo e mente. Quella dell’“home fitness” è un’abitudine che potremmo mantenere, soprattutto se ci piacciono quelle discipline che non prevedono particolari spazi o attrezzature costose e voluminose per essere praticate. Una di queste è il piloga.


MA, DI COSA SI TRATTA?


Lo si intuisce abbastanza facilmente: come suggerisce il nome, è un mix tra Pilates e Yoga. Ma non è una fusione vera e propria, bensì una successione tra momenti delle due discipline: la lezione-tipo, della durata di un’ora circa, solitamente inizia e finisce con dei momenti Yoga, mentre nella parte centrale ci si dedica al Pilates, che in questo caso rappresenta la parte più fisica, attiva “faticosa” dell’intero workout.

In realtà quello di avvicinare lo Yoga al Pilates è uno step abbastanza naturale: entrambe le discipline, infatti, hanno tra loro parecchi punti in comune.


VEDIAMONE ALCUNI


  • Qualità, piuttosto che quantità. I movimenti sono lenti, aggraziati, fatti con consapevolezza e controllo. L’obiettivo è la perfezione nell’esecuzione;


  • Focus. La concentrazione è molto importante in entrambe le discipline per lo svolgimento delle sequenze. Un’abilità, quella di restare focalizzati, che torna utilissima nella vita di tutti i giorni, a partire dalle sfide lavorative;


  • Relax. Tanto il Pilates quanto lo Yoga hanno la capacità di essere allenamenti “psicofisici” dal momento che, accanto al benessere fisico, regalano anche uno stato di beatitudine mentale tutt’altro che banale da raggiungere. Mai più senza!


  • Equilibrio. I movimenti, le sequenze, le posture del Piloga sono caratterizzate dalla capacità di trovare e mantenere determinate posture.


  • Allenamento “vero”. Un aspetto che non viene messo in evidenza quando si parla di discipline “soft”, come il Pilates e lo Yoga. Questi training sono in realtà parecchio allenanti, rafforzano la muscolatura, soprattutto quella del “core”, ovvero quella addominale profonda responsabile, oltre che di una pancia piatta e soda, anche di un adeguato sostegno della colonna vertebrale. In più, i movimenti del Piloga stimolano flessibilità e allungamento, che vuol dire movimenti più aggraziati e fibre muscolari più affusolate.


Com’è intuibile, questa disciplina sarà più facile da abbracciare per chi ha già una qualche nozione di Yoga o di Pilates. Tuttavia non richiede una particolare preparazione e può essere praticata facilmente a diversi livelli.

 


Team Florena Fermented Skincare
Agosto, 2020