Familiari come il gorgonzola e il vino oppure esotici e curiosi come il natto o la kombucha, i cibi fermentati sono tanti e tra loro diversissimi. Sebbene anche la nostra tradizione gastronomica ne includa svariati, le cucine orientali (giapponese e coreana soprattutto) sono ricche di queste specialità, che negli ultimi anni abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare. Vediamo quali sono le proprietà benefiche che li caratterizzano.


 

LA FERMENTAZIONE: UN PROCESSO AFFASCINANTE


Il processo di fermentazione è antico, nasce e viene messo a punto per permettere una conservazione lunga degli alimenti.

Un alimento è fermentato quando viene messo a contatto con determinati microrganismi come batteri, lieviti o muffe che “lavorano” al suo interno modificandone la struttura e producendo acido lattico, enzimi, vitamine, omega-3 e probiotici.

In seguito, si è scoperto che questo processo è in grado di dare ai cibi qualcosa in più:


  • i cibi fermentati, ma anche le bevande, hanno un effetto positivo sulla digestione e sul benessere in generale dell’apparato digerente, in quanto fanno aumentare il numero dei cosiddetti “batteri buoni” che transitano nel nostro intestino, contribuendo così alla sua regolarizzazione.


  • sono adatti agli intolleranti: per quanto riguarda il lattosio, ad esempio, lo yogurt (che di fatto è latte fermentato) è normalmente meglio tollerato del latte perché più povero di lattosio.


  • il consumo di alimenti fermentati contribuisce a un corretto equilibrio della flora batterica intestinale, fondamentale per il buon funzionamento del sistema immunitario;


  • inoltre nelle fermentazioni vegetali, la presenza di batteri lattici derivanti dal processo di fermentazione può attivare enzimi antiossidanti e disintossicanti. Di preparazioni tipiche, tradizionali, a base di verdure fermentate se ne contano a centinaia: alcune che conosciamo tutti, come i crauti, i cetrioli e le olive in salamoia, ma anche l’inarrestabile Kimchi, oppure i meno noti Gundruk e Sinki, gli tsukemono giapponesi e molti altri ancora!

 


Al netto di queste evidenze, gli alimenti fermentati, ma più in generale il processo di fermentazione, è estremamente affascinante, perché racconta di come qualcosa, qualunque cosa, a contatto con determinate sostanze e in determinate situazioni, possa trasformarsi nella versione migliore e più completa di se stessa. Praticamente una lezione di vita!



Team Florena Fermented Skincare
Maggio, 2020